La ragione della missione

Era una calda mattina dell’estate argentina quando, a inizio 2018, mi ha chiamato suor Lucia, chiedendomi se volevo partecipare al gruppo di lavoro per la riflessione sulla nostra missione. Le ho detto di sì, anche se con sorpresa e con una certa sottile paura, per il fatto di non essere una “missiologa”.

Ed ecco che un altro impegno si somma agli altri (mentre nessuno si sottrae, eh eh eh), ma non mi preoccupo: finché c’è tempo e salute, con molta gioia mi metto al servizio.

Ci siamo incontrate a fine anno a Nepi: suor Lucia, la mia prima formatrice, con un’esperienza ricchissima in Mongolia. Suor Natalina, un’altra sorella che fa parte del mio cammino formativo, con il cuore in Guinea Bissau. Suor Anelia, brasiliana: ci eravamo incontrate in Brasile ai tempi dei nostri primi passi nella famiglia, e poi lei è andata in Guinea Bissau, e sta vivendo una meravigliosa e significativa esperienza con il popolo Bijagò. (Mancava suor Jane, che per altri impegni non ha potuto arrivare per l’incontro).

Insomma, tutta gente conosciuta e amata, con un comune denominatore: la passione per la missione.

L’Istituto ci ha chiesto di preparare e animare un cammino per riflettere sulla ragione della nostra missione. Mi sembra un invito molo saggio, che tocca il cuore della nostra identità di missionarie della Consolata.

I primi giorni ci siamo confrontate, e poco per volta si è delineata una traiettoria di lavoro che coinvolgerà tutte le sorelle della nostra famiglia religiosa. Ma quello che vorrei sottolineare di questi giorni di incontro, è stata la continua vibrazione per la missione che ciascuna di noi ha messo nell’aria, incontrandosi e incrociandosi con le vibrazioni altrui. E’ molta vita, moltissima vita che scorre e si unisce come in un grande fiume. E spero che come è successo a noi in quelle quattro mura di Nepi, possa succedere a cerchio, coinvolgendo tutte le sorelle dell’Istituto, magari anche con la serenità e allegria con le quali ci siamo incontrate noi del team.

Perché la ragione della missione è anche la ragione della nostra esistenza. Una preghiera perché questo cammino sia veramente un percorso di vita per ciascuna missionaria della Consolata.

 

2 risposte a “La ragione della missione”

  1. Grazie suor stefania . Buon anno e buon lavoro a te e a tutta l’equipe

  2. Buon cammino e preghiera assicurata per suore che hanno fatto parte del mio cammino e che continuano , nonostante le distanze , a far parte della mia vita! Un abbraccio grandissimo e ancora buona missione!!

Lascia un commento